Una vita da mediano

La mia vita

una vita da mediano
a recuperar palloni

quando sono già pronto per andare al lavoro, scopro che mio figlio ha la febbre e devo stare a casa a curarlo
quando muore la batteria dell’auto di mio padre e devo occuparmene io, perché lui non sa da che parte cominciare
quando vorrei tanto avere 10 minuti per me, ma devo tagliare l’erba in giardino, perché domani piove

nato senza i piedi buoni
lavorare sui polmoni

quando sognavo di diventare astronomo, ma sono diventato un informatico
quando sognavo di fare il divulgatore scientifico, e invece devo studiare la normativa sul web
quando sognavo di scrivere un libro, e invece scrivo pensieri su questo blog

con dei compiti precisi
a coprire certe zone
a giocare generosi

quando mi alzo da sempre per primo al mattino, alle 6.30, a preparare la colazione per tutti
quando carico io la lavastoviglie, perché solo io so come si usa
quando quel lavoro è solo mio, perché lo faccio da 16 anni, e “non serve” coinvolgere altri

sempre lì
lì nel mezzo
finché ce n’hai stai lì

e quando faccio tutto quanto anche con la mano destra ingessata, perché altrimenti chi lo fa?

una vita da mediano
da chi segna sempre poco
che il pallone devi darlo
a chi finalizza il gioco

quando faccio io il lavoro sporco, ma poi a goderne i risultati è qualcun altro, stronzo per giunta

una vita da mediano
che natura non ti ha dato
ne’ lo spunto della punta
ne’ del 10 che peccato

quando mi sono laureato in fisica con lode, ma in 6 anni e non in 4 come i due amici che studiavano con me
e che adesso infatti sono professori ordinari (all’estero ovviamente)

una vita da mediano
da uno che si brucia presto
perché quando hai dato troppo
devi andare e fare posto

quando mi hanno detto che se volevo andarmene, dopo 16 anni e 1/2 di onorato servizio e dopo centinaia di attestati di stima (tutti gratis ovviamente)
non c’erano problemi, mentre fino al giorno prima ero insostituibile

una vita da mediano
lavorando come Oriali
anni di fatica e botte e
vinci casomai i mondiali

magari; per ora se ho vinto qualcosa non me ne sono accorto

sempre lì
lì nel mezzo
finché ce n’hai stai lì

 

Annunci

Info Incontro al domani
Moglie e 2 figli che adoro. Un lavoro comune dietro una scrivania, di responsabilità ma non troppo. Cattolico “di frontiera”. Leggo con passione Carlo Maria Martini e Vito Mancuso. Non mi piacciono miracolismi e i complottismi. Seguo il CICAP e Paolo Attivissimo. Ammiro chi ha avuto il coraggio di cambiare vita per darle un senso, per esempio Simone Perotti. Sono un astrofilo da sempre e trovo bellissimo il cielo stellato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: